Per informazioni commerciali, distribuzione e scontistica compilare il seguente modulo:

Real virtuality. Opere e pensieri di un artista nell’era del software

«Volevo cercare un’arte che unisse la musica, la pittura, la grafica, la scultura, il cinema nella sua essenza e così ho iniziato a provare moltissime e differenti tecniche tra le molte oggi possibili e nel dialogare con ognuna di esse ho cercato di trovare degli esiti alternativi e differenti da quelli trovati dall’industria dell’intrattenimento che utilizza i medesimi strumenti».

Lino Strangis (artista mediale, musicista, regista e pensatore). Nato a Lamezia Terme nel 1981, vive e lavora a Roma, Torino e Pisa. Già musicista polistrumentista, laureato in Filosofia, dopo i primi esordi nel campo della pittura e delle installazioni, individua le arti audiovisive sperimentali e l’intermedialità come linguaggio prediletto nella ricerca dell’opera d’arte totale odierna. Si dedica così alla videoarte, alle installazioni multimediali, alle realtà virtuali interattive, alla sound art e alla musica sperimentale, alle performance multimediali e al teatro intermediale. È anche teorico, curatore, critico e organizzatore di eventi prevalentemente dedicati agli audiovisivi di ricerca. È inoltre pioniere nell’uso delle realtà virtuali nelle sue performance di improvvisazione intermediale.

Scheda del volume

AutoreLino Strangis
Data di pubblicazioneMaggio 2017
Paese di pubblicazioneItalia
Copyright© 2017 KAPPABIT S.r.l.
Tipo di edizioneIllustrata
Numero di edizione1
Lingua del testoItaliano
TipologiaLibro cartaceo
LegaturaBrossura
Dettagli24°
Formatomm 148 x 210 [A5]
EditoreEdizioni Kappabit
CollanaAltriSensi
ISBN9788894197525
Prezzo di copertina€ 18,00 (IVA inclusa)